Vieni a ViaggiareIn…Svizzera

Pubblicato il

Il video virale della Puglia che gira in rete in questi giorni e che riscuote sempre più successo di critica per la genialità dei contenuti, in realtà traccia in maniera perfetta la sottile linea rossa che separa ciò che si può definire imparare dagli altri e ciò che ognuno di noi ha fatto almeno una volta, almeno a scuola (se non l’avete fatto non vi siete mai goduti la vita, lasciatemelo dire): copiare spudoratamente da qualcuno.

In fondo non ci sarebbe nulla di male, se solo ilcopiare non fosse un’arte raffinata per pochi eletti, per chi fa dell’arte di arrangiarsi uno stile di vita che può portare a momenti di effimera gloria oppure – come nel caso del video di ViaggiareInPuglia – a rischiare la figuraccia, beccati con le mani nella marmellata.
Il motivo è presto detto. Prove alla mano, infatti, il video in questione è una copia ben riuscita di una geniale campagna promozionale realizzata da MySwitzerland, la Destination Management Organization che si occupa di incoming per il territorio elvetico.

Già nel 2011 a lezione in Università la presentavo ai miei studenti come una tra le best practise di (web)marketing turistico più riuscite, sottolineando come si potesse innovare nella promozione del territorio senza grattare il fondo del barattolo coi soliti slogan stereotipati sole-mare, neve-montagna.

Il punto è che i video e la campagna sui Social erano il frutto di un percorso condiviso col territorio, attraverso l’analisi delle risorse, il coinvolgimento degli operatori turistici, le relazioni di customer satisfaction di cittadini e turisti per far emergere punti di forza e debolezza del territorio.

Ciò che dovrebbe fare una DMO che si professa come tale, insomma.

Sono passati sei anni e tutto ciò che siamo riusciti a fare è racchiuso in quel video: davvero non eravamo in grado di imparare come realizzare una strategia piuttosto che copiare dal compagno di banco? In fondo anche a Picasso è stata attribuita una frase molto significativa: i buoni artisti copiano, i grandi artisti rubano.

Prendere spunto dai più bravi non è una colpa, tutti i grandi lo hanno fatto e continuano a farlo. Accontentarsi invece lo è, così come è una colpa l’indolenza di non sforzarsi a fare il passo in più, quello che spinge i grandi artisti a prendere capolavori di bravura come modelli di ispirazione e tradurli in un’altra lingua, piuttosto che copiarli.

In questo momento la destinazione Puglia viaggia col vento in poppa ed è inutile dirlo, siamo una terra dalle enormi potenzialità turistiche, molte ancora inespresse. In questo momento storico di trend della domanda di mercato turistico, che favorisce soprattutto le regioni del Sud Europa, il rischio è quello di fare una corsa a scimmiottare i più bravi piuttosto che pensare a una strategia di lungo periodo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *